Centri estivi Itaca

“Estate UÉ. Colori, tradizioni e mode dell’Europa” è il tema dei 28 Centri estivi gestiti dalla cooperativa sociale Itaca in altrettanti Comuni del Friuli Venezia Giulia e del Veneto orientale. Oltre 1400 bambini e ragazzi,  dai 3 ai 14 anni, stanno frequentando i Punti verdi che Itaca ha scelto di dedicare all’Anno Europeo del patrimonio culturale,  pensato dall’Ue nell’ottica della diversità e del dialogo, ovvero scoprire il nostro patrimonio culturale e anche quello degli altri Paesi europei, in tutte le manifestazioni materiali, immateriali e digitali.

Tre le declinazioni del tema generale previste per fasce d’età. I piccoli della scuola d’infanzia (3-5 anni) stanno incontrando “Peggy e Osvaldo al museo”, per un’avventura nel mondo dell’arte volta a favorire la libertà d’espressione dei bimbi partendo dal segno grafico.

I bambini della scuola primaria (6-11 anni) sono invece dei novelli esploratori, con “Hunting for Europe” e stanno cercando di scoprire nuovi usi e costumi dei vari Paesi.

“Instacamp summer edition” è, infine, la proposta per i ragazzi più grandi (12-14 anni) per consentire loro di scoprire, apprezzare, sperimentare e condividere l’immenso ed inestimabile patrimonio culturale del territorio utilizzando una forma comunicativa contemporanea.

Tra gli elementi qualificanti dei Centri estivi targati Itaca rientrano l’essere a misura di bambini e ragazzi, considerare nelle attività sia il divertimento che l’apprendimento, comunicare rispetto e tolleranza, ma anche stimolare la socializzazione, l’integrazione, l’appartenenza alla Comunità, nonché favorire il coinvolgimento e la partecipazione di tutti gli attori del servizio.

I primi Centri estivi sono partiti nel mese di giugno, le attività a seconda delle richieste dei Comuni coinvolti si protrarranno oltre che in luglio anche in agosto, le ultime chiusure sono previste il 7 settembre. Questi i Comuni coinvolti suddivisi per provincia: Udine (13) Aiello, Cercivento, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Marano Lagunare, Muzzana del Turgnano, Ovaro, Porpetto (coordinamento), Ruda, Socchieve, Sporting Club Latisana (collaborazione), Sutrio, Tapogliano; Pordenone (6) Chions, Pro Suzzolins Cordovado, Fanna, Pasiano di Pordenone, Sacile, San Vito al Tagliamento; Gorizia (5) Fiumicello, Grado (coordinamento), Monfalcone, Ronchi dei Legionari, San Canzian d’Isonzo; Treviso (4) Caerano San Marco, Cavallino-Treporti, Sernaglia della Battaglia (coordinamento), Santa Lucia di Piave.