Coopstartup FVG: ammessi al percorso di incubazione, 17 progetti

Procede come da programma il bando Coopstartup FVG. Dopo il grande successo di domande presentate, ben 55 idee progettuali iscritte in due mesi di apertura del bando e la prima fase di formazione on-line per tutti i partecipanti, si è  concluso il lavoro della commissione valutatrice per selezionare i progetti da avviare a formazione d’aula e incubazione.

La commissione, composta da sette persone, eterogenee per provenienza e competenze, ha selezionato i progetti sulla base dei tre criteri stabiliti dal bando: valore dell’idea, in relazione alle ricadute attese in termini economici, sociali e di creazione di posti di lavoro, il contributo innovativo ed originalità della proposta ed, infine, la qualità del team.

Alla luce del notevole numero di progetti presentati, in considerazione di una valutazione simile per diversi di questi e dell’importante occasione offerta da una qualificata formazione, la commissione ha ritenuto di poter derogare dal numero previsto (10) ammettendo al percorso di incubazione ben 17 progetti.

I progetti sono rappresentativi di molti comparti con prevalenza nei settori agroalimentari, turismo e servizi alla persona e coinvolgono diverse aree geografiche regionali: 11 da Udine, 3 da Trieste e 3 da Pordenone.

“Non mi esprimo sulla qualità dei progetti in gara, dal momento che solo d’ora in avanti si potranno valutare le reali potenzialità di tenuta economica e sociale” precisa il direttore di Legacoop FVG Alessio Di Dio “ma esprimo soddisfazione per la diversità degli oggetti societari presentati e soprattutto per il gran lavoro che la commissione ha fatto, valutando in maniera molto puntuale ed approfondita i tanti progetti nonostante il tempo ristretto a disposizione. Purtroppo non sarà possibile far accedere tutti i gruppi alla formazione ed al percorso di incubazione ma abbiamo ritenuto di dover ampliare il più possibile l’opportunità data”.

La fase della formazione d’aula si terrà in 5 giorni, dal 1° al 10 marzo, e vedrà i partecipanti impegnati ad apprendere nozioni relative al business model Canvass, a riconoscere le competenze e le potenzialità imprenditoriali sia individuali che del team, alla gestione del rischio imprenditoriale, al marketing ed alla comunicazione, alla finanza d’impresa, al mondo assicurativo e delle garanzie, alla elaborazione di business plan completi.

La formazione sarà anche l’occasione per far interagire i partecipanti con cooperatori esperti, quali Orietta Antonini, presidente della cooperativa Itaca e vicepresidente nazionale di Legacoop e Adriano Turrini, presidente di Coop Alleanza 3.0, oltre che con cooperative nate da altri progetti regionali di Coopstartup (Vascitour di Napoli e Ghinghinelli di Genova). Saranno anche approfonditi la storia e i principi del movimento cooperativo e le peculiarità sociali, fiscali ed amministrative delle imprese cooperative.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.