EDUCATORI _ NOTE SULLA “LEGGE IORI”

Questi che seguono sono appunti personali, basati sulle riflessioni di questi mesi seguiti all’approvazione della cosiddetta “legge Iori” sugli educatori (replicata un anno dopo dalla legge 145, che ha ampliato le caratteristiche della sanatoria) oltre che al lungo movimento di base degli operatori “privi di titoli” che ha seguito il percorso di questa legge (e di altre che ne hanno incrociato il percorso, a livello nazionale così come regionale).

Ovviamente è una “tesi di parte”, sorta dall’esigenza primaria di rispondere a tre esigenze: quella di fornire servizi qualificati all’utenza; quella di dare una legittimazione giuridica a quelle operatrici e quegli operatori che, spesso da decenni, questi servizi li hanno gestiti e talvolta inventati; quella delle cooperative sociali che, sorte proprio per dare risposta alla duplice esigenza di organizzare e dare risposte ad utenti ed operatrici ed operatori, si trovano ad operare in un mercato dei servizi di welfare dove ormai le “carte” prevalgono sulla esperienza, volontà, progettualità, creatività, bisogni e desideri di chi ci vive concretamente.

Per cui questi appunti ambiscono anche ad essere un vademecum per le persone interessate, al fine di continuare in un percorso che avrà ancora altre tappe, alle quali sarà bene presentarsi preparate/i.

Presentando norme, sentenze e pareri utili.

Un documento redatto anche con una preoccupazione emersa in quest’anno, nel quale parte dell’università italiana sta dimostrando difficoltà ad avviare i corsi speciali per la qualifica, a causa delle ridotte iscrizioni, dovute sia agli alti costi che a scarsa attenzione delle parti sociali per la qualificazione dei servizi e la tutela dello stesso status delle operatrici e degli operatori. Situazione che contrasta con quella ottimale della nostra regione, dove il numero degli iscritti e la contaminazione avviata tra i mondi dell’accademia e della cooperazione sociale si sono manifestati come un elemento di successo, foriero di sviluppi futuri interessanti per quanto riguarda il pensiero sui servizi alla persona.

cliccare qui:

educatori_note su legge iori e dintorni3