Il progetto “Un altro modo per dirlo” si sta avviando alla sua conclusione. Il 20 novembre evento finale in modalità teatrale

Il progetto “Un altro modo per dirlo” si sta avviando alla sua conclusione con la preparazione di un evento finale in modalità teatrale che si terrà a Udine il 20 novembre alle ore 21.00 presso il Teatro Palamostre.  E’ prevista la realizzazione di un breve laboratorio aperto a tutti/e  che si concluderà con l’incontro/spettacolo pubblico. Per partecipare scrivete a: partecipa@cssudine.it.

Un altro modo per dirlo, è un laboratorio tenuto da Rita Maffei che attraverso gli strumenti del teatro partecipato si propone di riflettere sul tema del contrasto alle molestie sul posto di lavoro partendo dall’utilizzo consapevole del linguaggio. Il linguaggio è lo strumento tutto e solo umano attraverso il quale entriamo in comunicazione con il mondo, a volte costruendo ponti e a volte erigendo barriere. Per la centralità che riveste nella vita delle persone e l’incidenza nella stessa evoluzione della specie umana, il linguaggio è stato – sin dalle origini – oggetto di riflessione e analisi filosofica. La scelta delle parole, gli effetti che queste hanno nel nostro interlocutore diventano fondamentali per costruire relazioni nutrienti e autentiche. Prima di esprimerci, dovremmo allora essere in grado di domandarci, come ricorda un vecchio detto sufi, se quello che andiamo a dire corrisponde a verità, se è davvero utile in quel momento, e se è gentile. Gli incontri di laboratorio previsti si svolgeranno nella sala Carmelo Bene del Teatro Palamostre di Udine il 4-11-18-19-20 novembre dalle 17 alle 22 e lo spettacolo/incontro finale è previsto per il 20 novembre alle ore 21 al Teatro Palamostre sala Pasolini.

Progetto promosso da: ACI – Commissione Donne e Parità FVG, ACI – Commissione Donne e Parità Lombardia, Patrocinato: Commissione Regionale Pari Opportunità FVG, Consigliera di Parità Regione Lombardia, in collaborazione con CSS Teatro stabile di innovazione del FVG