La cooperazione non si ferma

Siamo parte delle comunità in cui siamo cresciuti e che abbiamo aiutato a crescere e assieme stiamo affrontando questa emergenza sanitaria che tante difficoltà e problemi ci sta creando.

Siamo e saremo i primi a rispettare i provvedimenti per frenare il contagio e difendere le persone la cui salute è più fragile.

Tutto ciò però non ci deve fermare, ma indurci a cercare strade diverse e nuove per affrontare l’altra emergenza, quella economica.

Mettendo al primo posto la sicurezza nostra e degli altri, dobbiamo rimanere quando possibile nei luoghi consueti di lavoro e dobbiamo esercitare come non mai uno dei nostri più preziosi principi il “cooperare tra cooperative”.

Legacoop con tutte le sue articolazioni di settore oggi è vicina alle cooperative, ai soci e alle socie per fare tutto il possibile, e anche di più, per superare al meglio questa emergenza e poi ripartire.

Il governo sta elaborando provvedimenti importanti e noi lavoreremo affinché siano i più adeguati possibili ad affrontare i problemi delle famiglie, del mondo del lavoro, delle imprese, delle cooperative.

Siamo cooperatrici e cooperatori e Il rispetto delle norme per la salute pubblica e l’impegno per non far fermare le imprese sono per noi due forme della stessa responsabilità verso il futuro delle nostre comunità.

Abbiamo più di 130 anni di vita: i cooperatori del passato hanno affrontato e superato prove uguali e superiori a questa. Non è retorica ma semplice verità storica che ci consegna la responsabilità di dimostrare al Paese che non è possibile arrendersi alla paura.

L’unica certezza che abbiamo è che insieme, e uniti oggi più di ieri, avremo una possibilità in più di farcela anche questa volta.

Buon lavoro e buona vita a tutti noi

Mauro Lusetti

Presidente Legacoop Nazionale