Recovery Plan, fondamentale garantire risorse per l’occupazione femminile

“Importante l’impegno preso dal Presidente Conte di destinare parte significativa delle risorse del Recovery Plan all’occupazione femminile”. Questo è il commento di Eleonora Vanni, presidente di Legacoopsociali che rappresenta un settore, come la cooperazione sociale, con un’occupazione femminile di oltre il 70% e opera nell’ambito dei servizi di welfare fondamentali per la conciliazione vita-lavoro.

Più della metà dei circa 800 mila posti di lavoro persi durante il lockdown sono donne che faranno particolare fatica a rientrare nel mondo del lavoro e questo si aggiunge al gap occupazionale preesistente.

“Gli strumenti di sostegno al reddito possono aiutare a superare la fase di emergenza – aggiunge Vanni – ma la ripresa e lo sviluppo del paese passano attraverso l’investimento in infrastrutturazione sociale, dagli asili nido ai servizi di assistenza e cura”.

“Legacoopsociali ha posto da sempre la lotta contro tutte le disuguaglianze al primo posto del suo agire e le cooperative sociali sono pronte a co-progettare e realizzare con le Pubbliche Amministrazioni servizi di qualità all’infanzia, alle persone con disabilità, agli anziani che mettano al centro le esigenze dei cittadini tutti per rispondere al meglio alle loro esigenze creando altresì opportunità di lavoro. Al fine di promuovere l’occupazione in maniera diffusa è fondamentale prevedere incentivi per le imprese che assumono e che attivano strumenti di conciliazione vita-lavoro”, conclude la presidente di Legacoopsociali.