Riforma del Terzo settore, redazione del bilancio e novità su prestito sociale, con l’esperto di Legacoop

Le novità della riforma del Terzo settore, riferite in particolare all’impresa sociale (cooperative sociali e non), e quelle introdotte con la legge di Stabilità sulla vigilanza sono state al centro dell’incontro su “La redazione del bilancio 2017 e il prestito sociale” che si è svolto nei giorni scorsi nella sede di Legacoop Fvg a Udine.

L’evento, organizzato dalla Rete Nazionale Servizi di Legacoop nazionale in stretta collaborazione con Legacoop Fvg, ha voluto fare il punto su argomenti di interesse e di attualità del mondo cooperativo.

Durante il corso, Luigi Monari dell’ufficio fiscale Legacoop Emilia Ovest, ha trattato il tema della riforma del terzo sottolineando l’attesa per la pubblicazione dei decreti attuativi. Monari ha ricordato anche l’introduzione, con la legge di Stabilità, di importanti novità in materia di prestito sociale e gli ulteriori elementi di novità attesi nei prossimi mesi  che verranno stabiliti dal Comitato interministeriale per il credito e il risparmio (Cicr).

Sono stati inoltre esaminati i nuovi elementi, introdotti nella legge di Stabilità, sulla vigilanza delle cooperative che viene ulteriormente implementata con l’inasprimento delle sanzioni verso le cooperative che non sono corrette. Si tratta di un importante conquista ottenuta anche grazie alla lotta alle cooperative spurie con la conseguente raccolta di firma che ha visto Legacoop Fvg in prima fila.

Monari ha affrontato anche il rendiconto finanziario auspicando che tutte le cooperative se ne approprino, sebbene sia obbligatorio solo per le imprese più grandi e  le diverse regole di redazione  dei bilancii nelle tre modalità: ordinari, abbreviati e delle micro imprese. Per i bilanci “micro”, in cui non è necessaria la nota integrativa, si è in attesa di chiarimenti sulla possibilità di utilizzo per le cooperative di piccole dimensioni.

E’ stata fatta una disamina sui cambiamenti avvenuti nei principi contabili ed è stata evidenziata l’importanza della continuità aziendale come crietrio base nella definizione delle poste di bilancio.

Il corso, particolarmente apprezzato, sarà integrato da un successivo incontro appena saranno pubblicati i decreti attuativi sulla riforma del Terzo settore e sull’impresa sociale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.