Legacoop > A Lanciano una pizzeria ‘sforna’ autonomia per i disabili

Lanciano, 8 luglio 2014 – Disabili, a Lanciano una pizzeria ‘sforna’ l’autonomia. Si chiama “Il Noceto di Aida” e aprirà presto i battenti in località Nasuti, grazie alla cooperativa sociale Samidad. “Siamo molto soddisfatti attendiamo solo le ultime autorizzazioni per partire – racconta Leopoldo De Lucia, presidente di Samidad – La pizzeria permetterà a 4 ragazzi disabili di imparare un mestiere e guadagnare per la loro autonomia. Saranno affiancati da tutor qualificati che insegneranno loro tutto quello che ruota intorno alla ristorazione. La struttura sarà gestita dalla cooperativa di inserimento lavorativo Aida, che attraverso laboratori protetti seguirà le attività”.

 
Alta qualità, prezzi competitivi e chi mangia una pizza sposa un progetto. Il locale, che entrerà in funzione nei prossimi giorni, è stato presentato in occasione dei festeggiamenti per i 20 anni di Samidad,  cooperativa sociale con 300 soci lavoratori, di cui il 30% disabili che operano tra Abruzzo, Lazio, Molise. “Vent’anni sono tanti, – sottolinea De Lucia – ma ce l’abbiamo fatta e in cantiere ci sono ancora numerosi progetti. Siamo sempre stati animati da valori come l’onestà, la solidarietà, la giustizia sociale e la consapevolezza che tutti sono uguali e debbono avere delle opportunità: tutto ciò ha fatto sì che la fatica diventasse la spinta propulsiva  per realizzare l’interesse generale della comunità o, come viene chiamato oggi, del bene comune”.

 
Una pizzeria e non solo. A breve nascerà sopra Il Noceto di Aida la casa famiglia Pegaso gestita da Samidas. Dieci posti letto ospiteranno ragazzi e ragazze affidati alla comunità dal tribunale. “La fondazione Ikea Italia onlus ha condiviso con noi il progetto – racconta De Lucia – e arrederà i locali gratuitamente. Inoltre, gestiremo i percorsi di inserimento lavorativo e tutoraggio dei dipendenti svantaggiati di Ikea a San Giovanni Teatino. Abbiamo reso tutto questo possibile sperando le difficoltà. In Abruzzo, a differenza di altre regioni, non esiste una legge che supporti progetti come questi e vogliamo portare avanti una iniziativa per sensibilizzare i referenti istituzionali affinché ne recepiscano la necessità”.

 

 

Servizio Abruzzolive.tv

Il noceto di Aida